Salve straniero! Se non conosci ancora questo sito, leggi questa veloce introduzione.Fai un salto in home page, dove potrai vedere le ultime segnalazioni effettuate. Se poi vuoi partecipare, segnalare, commentare allora registrati. È gratuito ed immediato :)

Sei già su Facebook? Allora connettiti subito usando questo pulsante Login con Facebook

Libro Mi si è fermato il cuore

  • Autore: Chamed
  • ISBN: 978-88-6393-071-9
  • Voto di Scrive: 8.83 da 6 segnalazioni
Guarda il video
gelato

Un’amica mi ha regalato un bellissimo libro “Mi si è fermato il cuore “ volevo ringraziarla delle emozioni che mi ha dato, avevo sentito parlare molto di questo libro, perciò quando l’ho avuto fra le mani ero impaziente di conoscere la storia tanto sentita. L’ho letto, quasi tutto frettolosamente, per un’intera notte senza staccarmi neanche un istante da quelle pagine, desideravo che la storia non avesse mai fine, talmente era commovente, quasi straziante. L’autrice “Chamed” ci descrive con molta naturalezza delle verità, che a volte vengono nascoste, perché se ha paura o vergogna di raccontare. Ho pianto tanto mentre leggevo, e per certi tratti mi sentivo partecipe a molti episodi di questa storia ritornavo indietro nel tempo, rivivevo una parte della mia vita vissuta sin dall’infanzia nel collegio rinchiusa a causa della mia mamma morta in giovane età, i contenuti descritti in questa storia; a volte sono inverosimili, e per certi aspetti c’è da riflettere e pensare. Ma l’autrice con molta naturalezza e sofferenza ci descrive e ci fa conoscere gli orrori vissuti nel manicomio.
Ho letto e riletto tante altre volte ancora il libro e sempre con entusiasmo, senza annoiarmi.
L’ho consigliato a tante persone compreso le mie amiche, l’ho consiglio a tutti. Pensando a tutti quelli che hanno avuto e subito storie simili a questa, magari senza avere il coraggio e la possibilità di poterne parlare con qualcuno. Mentre “Chamed” con la sua sensibilità, ha messo in evidenza delle verità nascoste in questo bellissimo capolavoro. Spero tanto e auguro a lei di poter continuare a scrivere il seguito della storia, con un lieto fine.
Ciao Chamed, anche se non ti conosco e come se ti conoscessi da tempo, vorrei che la tua vita fosse meravigliosa te l’ho meriti! Ti ringrazio ti voglio bene
Rosalinda Saviano

Stefania

Ho appena finito di leggere il libro, reprimendo una forte commozione. Ti ammiro Chamed sei un inno alla vita, tu che più volte ne sei stata privata. Sii fiera di ciò che stai testimoniando! Chi non comprende non è alla tua altezza. Ognuno di noi è un condensato di vissuti di amore e odio, luce ed ombre, ma pochi hanno consapevolezza di ciò. Comprendo quanto possa essere difficile per te! Fidati del tuo cuore.
Stefania

renata

Un libro quale MI SI E’ FERMATO IL CUORE, non induce a leggere una storia, ma già dalle prime pagine ti porta a partecipare ad un alternarsi di momenti di dolore ed alcune volte di gioia che hanno segnato il tempo della vita di Chamed. Un racconto che ti obbliga a leggerlo senza interruzione poichè scopri che ogni pagina che leggi ti fa vivere una situazione che, personalmente, pensavo esistesse solo nella fantasia e non nella realtà. Leggendo il libro ci si trova coinvolti nella lettura e all’ultima pagina diviene naturale chiedersi ma perchè si parla tanto della violenza sulla donna, si fanno trasmissioni su tali argomenti che sono attuali ma dove è difficile avere una testimonianza di persone che sono state coinvolte ed abbiano trovato il coraggio di parlarne in pubblico, raccontando in modo semplice e di facile comprensione ciò che hanno dovuto sopportare. Bene una persona che tale coraggio lo ha dimostrato e non è cosa da poco esiste, perchè non approfondire con medici, psicologhi e sociologhi cosa voleva dire vivere in quelle strutture chiamate manicomio. E soprattutto come si poteva uscirne con le sole e prorie forze, anche se con qualche aiuto? E quanti sono ancora vivi, nel proprio essere umani, dopo tali esperienze? Capisco che è un libro che non può essere compreso solo leggendo le recensioni ed è per questo che non ho volutamente fatto riferimento neppure ai passaggi più strutturati del racconto perchè è solo leggendolo che si comprende cosa l’autrice ha dovuto fronteggiare e sopportare ed il significato del suo raccontare. Chamed veramente un abbraccio e ancora complimenti per il tuo libro.

Alessandra

Questo libro e forte duro ti arriva dritto nel cuore!Ma, ha senso in quanto di ciò che ha vissuto. Ho molte domande, da fare a Chamed. Ho dovuto fare tutto il possibile per non piangere, ma alla fine ho pianto, lo consiglio a tutti di leggere Mi si è fermato il cuore è un bel libro! Non posso pensarci quanta cattiveria c‘è dentro un essere umano, è terribile quello che le hanno fatto! Essi l’hanno uccisa! Ammiro Chamed, per il suo coraggio, dico solo questo a Chamed grazie per quello che hai scritto.

stefano

sono già giorni che ho finito di leggere il libro, devo dire che mi ha toccato molto, semplice e diretto, si legge molto bene. Sul fondo confesso di avere pianto confesso che molte volte mi sono anche arrabbiato. Com‘è possibile essere cosi cattivi, meschini, e fare tanto male a una bambina, a un adoliscente?

Goltog

Chamed ha avuto sfortuna nella vita. Da piccola le diagnosticano la poliomielite: incurabile. E invece, grazie all’affetto del padre e al suo coraggio riesce a guarire, a camminare, a innamorarsi.
Ma è nata sotto una cattiva stella, e a soli quattordici anni perde i genitori in un incidente d’auto.
La tragedia viene acuita dal fatto che la zia, presso la quale viene affidata, la odia e la maltratta e in seguito a un tentato suicidio riesce a farla internare.
I manicomi italiani, prima dell’entrata in vigore della legge Basaglia, erano un vero e proprio inferno. Molestie, violenze, abusi e, immancabile, l’elettroshock.
Chamed entra in coma diverse volte a causa dei “trattamenti”, ma trova comunque la forza di denunciare i suoi aguzzini grazie a un medico illuminato, che la adotterà per farle cominciare una nuova vita.
Una storia vera, un libro che tocca le corde più profonde dell’anima e ci ricorda quanta fragilità e quanta forza possiede l’essere umano.

Effettua il login

Login con Facebook

Scrive.it è un'idea di Claudio Cicali

Creative Commons

I contenuti prodotti dagli utenti di questo sito sono distribuiti con una licenza Creative Commons 2.5 eccetto dove diversamente specificato. Contatti

Special thanks to The Movie DB